• Lun - Ven: 9:30 - 17:00
  • 393 2220333
  • info@romaristrutturazioni.it
  • Agevolazioni

    Ristrutturazioni Edilizie

    Non solo gli interventi di ristrutturazione, ma anche quelli di manutenzione, restauro ed eliminazione delle barriere architettoniche. Scopri tutte le opere detraibili e chi ne ha diritto.

    Quanto recuperi:
    è una detrazione, quindi recuperi il 50% delle spese sostenute dal 26 giugno 2012 al 31 dicembre 2017 per gli interventi di ristrutturazione edilizia entro un limite di spesa di 96.000 euro a immobile. La detrazione viene ripartita in 10 quote annue di pari importo.
    A partire dal 1° gennaio 2018, invece, la detrazione è del 36% su una spesa massima di 48.000 euro.
    Il principio base per stabilire l’anno di sostenimento della spesa è quello di cassa, quindi si segue la data del pagamento e non quella di fatturazione dei lavo

    Dove le indichi:
    Nel quadro E, sezione III A e III B nei righi dall’E41 all’E53.

    Documenti da conservare

    In caso di controllo, occorre poter esibire le ricevute di pagamento di ICI e/o IMU se dovuta e la domanda di accatastamento (se l’immobile non è ancora censito). Inoltre, a seconda del tipo di detrazione richiesta, occorrono specifiche documentazioni.

    Per gli immobili oggetto di ristrutturazione occorrono:

      • abilitazioni amministrative dalle quali risulti la tipologia dei lavori effettuati e la data del loro inizio o, in assenza, autocertificazione che attesti la data di inizio e la detraibilità delle spese sostenute;
        fatture di spesa;
      • bonifico bancario o postale (anche on line);
      • altra documentazione per le spese non pagabili con bonifico bancario;

    dichiarazione dell’Amministratore condominiale che attesti di aver adempiuto a tutti gli obblighi di legge e che certifichi la somma corrisposta dal condomino e la detrazione spettante (In assenza di Amministratore è necessario possedere copia di tutta la documentazione);

    • atto di cessione dell’immobile, se la detrazione viene mantenuta anche dopo la vendita;
    • copia della comunicazione inviata al Centro Operativo di Pescara per i lavori iniziati prima del 1° gennaio 2011 e copia della ricevuta postale della raccomandata con cui è stata inviata.

     

    Per l’acquisto o la donazione di un immobile ristrutturato servono:

      • atto di acquisto o donazione;

    copia della documentazione conservata da chi ha effettuato la spesa.

    Per un immobile acquisito in eredità occorrono:

    • autocertificazione dalla quale risulti la detenzione materiale e diretta del bene;
    • autocertificazione con la quale si attesta la condizione di erede.

    Consulta altroconsumo.it, per tutte le ultime informazioni su come risparmiare dalle tasse per la ristrutturazione del tuo appartamento a Roma e provincia.